Agrumi della costa dei trabocchi
Categoria prodotto: Prodotti vegetali
Descrizione del prodotto

La Costa dei Trabocchi, tratto di mare tra Ortona e Fossacesia, che prende il nome dai suggestivi “ragni colossali” ovvero i trabocchi (antiche macchine da pesca), è contraddistinta da un’importante produzione di agrumi. L’arancio è la coltivazione più diffusa con antiche varietà a polpa pigmentata rossa (ideali per la spremuta) e a polpa bionda, dalle quali si ottengono gustose marmellate, come quella di cetrangolo (arancio selvatico).

I terreni, destinati alla coltivazione di mandarini e limoni, sono spesso in pendio e confinano con il mare. La raccolta degli agrumi è fatta manualmente e si protrae per tutto l’inverno. Secondo alcune fonti storiche, l’arancio sarebbe stato importato dai dei profughi sefarditi (ebrei di origine iberica) che colonizzarono questo lembo di terra, abbandonato dalle popolazioni locali, dopo il terremoto del 1627.